• Federica Negro

Know your cooking oils & fats

Do you feel confused about what cooking oil to use? What is the healthiest option and what's the safest?


Read this.

1. EXTRA VIRGIN OLIVE OIL. The most well-known and frequently used cooking oils, extra-virgin olive oil, or EVOO, has earned its reputation as a healthy, versatile fat. It makes an excellent choice for its antioxidant content, heart-healthy fats, and links to cancer prevention. It has a low smoke point (the temperature at which it begins to degrade and release damaging free radicals) means it’s not always the best oil to use for cooking at very high temperatures (over 200 degrees). Olive oil (not extra virgin) is a slightly lower-quality oil than extra-virgin with a lighter color, more neutral flavor, It has a higher smoke point so it is more ideal for high-temperature cooking.

2. COCONUT OIL. Just as olive oil, there are two versions of coconut oil: refined and unrefined (also known as virgin), the refined version has a higher smoke point. Coconut oil contains 92% of saturated fats, the ones that are considered harmful for our cardiovascular health; because coconut contains high levels of saturated fats it should be consumed in moderation in our diet. Use it if you like coconut flavor.

3. CANOLA AND OTHER VEGETABLE OILS. While other vegetable oils come from a blend of vegetables (which, depending on labeling, may remain a mystery), canola oil is always derived from rapeseed plants. They have a high smoke point and a neutral taste. Canola oil does not come from a natural plant, but it was created through a plant crossbreeding; Most canola crops are genetically modified (GMO). People may think these oils are healthy because they are low in saturated fats and high in monounsaturated and polyunsaturated fats; however, they are very high in omega-6 fatty acids (which are pro-inflammatory if consumed in excess). They are also highly refined and their overconsumption has been linked to increased inflammation. (Remember that these oils are added in sooo many products already, like crackers, cookies, bread, soy milk, so don’t use them for cooking!!!).


What about the vegetable spreads? Spreads are processed foods that are designed to taste and look similar to butter. They are often recommended as a heart-healthy replacement. Fortunately, these spreads are not made using the hydrogenation process anymore, which caused the formation of the most unhealthy types of fats: trans-fats. They also contain many food additives including emulsifiers and colorants. I would not recommend using these as they are highly processed and the oils are pro-inflammatory!

4. AVOCADO OIL. It is very high in healthy monounstarurated fats and has the highest smoke point of any plant oil (270).

5. BUTTER. Butter has a medium smoke point (175). It should be consumed in moderation because of the high content in saturated fatty acids.


1. OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA. Il più noto e frequentemente usato degli oli da cucina, l’olio extra vergine di oliva o EVOO, si è guadagnato la reputazione di grasso sano e versatile. È una scelta eccellente per il suo contenuto di antiossidanti, i grassi sani e i benefici per la prevenzione del cancro. Ha un basso punto di fumo (la temperatura alla quale inizia a degradare e rilasciare radicali liberi dannosi) significa che non è sempre l'olio migliore da usare per cucinare a temperature molto elevate (oltre 200 gradi). L'olio d'oliva (non extravergine) è un olio di qualità leggermente inferiore rispetto all'extra vergine con un colore più chiaro, un sapore più neutro, ha un punto di fumo più alto, quindi è più ideale per la cottura ad alta temperatura.

2. OLIO DI COCCO. Proprio come l'olio d'oliva, ci sono due versioni di olio di cocco: raffinato e non raffinato (noto anche come vergine), la versione raffinata ha un punto di fumo più elevato. L'olio di cocco contiene il 92% di grassi saturi, quelli che sono considerati dannosi per la nostra salute cardiovascolare; poiché la noce di cocco contiene alti livelli di grassi saturi, dovrebbe essere consumata con moderazione nella nostra dieta. Usalo se ti piace il sapore di cocco.

3. CANOLA E ALTRI OLI VEGETALI. Gli oli vegetali provengono da una miscela di vegetali (che, a seconda dell'etichettatura, può rimanere un mistero), l'olio di canola è sempre derivato da piante di colza. Hanno un alto punto di fumo e un gusto neutro. L'olio di canola non proviene da una pianta naturale, ma è stato creato attraverso un incrocio di piante; La maggior parte delle colture di colza sono geneticamente modificate (OGM). Le persone possono pensare che questi oli siano salutari perché sono poveri di grassi saturi e ricchi di grassi monoinsaturi e polinsaturi; tuttavia sono molto ricchi di acidi grassi omega-6 (che sono pro-infiammatori se consumati in eccesso). Sono anche altamente raffinati e il loro consumo eccessivo è stato collegato all'aumento dell'infiammazione. (Ricorda che questi oli sono già stati aggiunti in moltissimi prodotti, come cracker, biscotti, pane, latte di soia, quindi non usarli per cucinare !!!).

E I grassi da spalmare? Gli spread sono alimenti trasformati progettati per avere un sapore e un aspetto simili al burro. Sono spesso raccomandati come sostituti salutari per il cuore. Fortunatamente queste creme non vengono più fatte usando il processo di idrogenazione, che causava la formazione dei tipi più malsani di grassi: i grassi trans. Contengono inoltre molti additivi alimentari tra cui emulsionanti e coloranti. Non consiglierei di usarli perché sono altamente raffinati e gli oli sono pro-infiammatori!

4. OLIO DI AVOCADO. È molto ricco di grassi mono-insaturi sani e ha il punto di fumo più alto di qualsiasi olio vegetale (270).

5. BURRO. Il burro ha un punto di fumo medio (175). Dovrebbe essere consumato con moderazione a causa dell'elevato contenuto di acidi grassi saturi.

3 views

+61 401920324

Bondi Junction NSW 2022, Australia

©2019 by The Nutrizionista. Proudly created with Wix.com